Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Moyersoen SundanceLa quarta tappa del Circuito Talent Show Jumping 2019promosso dallaFederazione Italiana Sport Equestri si è svolta da venerdì 30 agosto a domenica 1 settembre ad Arezzo negli splendidi impianti dell’Arezzo Equestrian Centre

 

Il meglio del panorama equestre del Salto Ostacoli azzurro ha invaso l’Arezzo Equestrian Centre con più di 700 cavalli, per dare vita all’ultima tappa del Circuito Talent Show Jumping FISE. 

 

La categoria più importante della tre giorni aretina si è svolta sabato 31 agosto nello splendido campo Dante. Una forte perturbazione ha ritardato l’inizio della categoria ma la prontezza del Direttore di Campo Elio Travagliati e dello staff dell’Arezzo Equestrian Centre, ha permesso di ricomporre il tracciato completamente abbattuto dal vento forte e dalla pioggia incessante. Trentaquattro i binomi scesi in campo per contendersi l’ambito montepremi di € 30.000 nella categoria Talent Sport Alta Gran Premio 150/160 mista Tab. A.

 

Un percorso molto selettivo e difficile quello messo in campo dallo chef de piste. Un solo percorso netto, quello di Filippo Mojersoen in sella all’italianissimo Sundance,va a suggellare la seconda vittoria consecutiva in un Gran Premio del Talent Show Jumping bissando la vittoria del GP Talent Sport Alta di Cervia del 4 agosto.  Al secondo posto Clementina Grossi su ZQuasimodo R, con una sola penalità sul tempo in un percorso netto agli ostacoli, miglior amazzone del GP. Terzo posto per Samuele Maestri in sella ad Azarus di Sabuci, altro cavallo italiano. Maestri ha messo a segno un percorso netto agli ostacoli macchiato da due penalità per il tempo.  Da notare il podio composto da due cavalli italiani su tre in una categoria così impegnativa, Sundance e Azarus di Sabuci, segnale importante per la qualità dell’allevamento italiano, in costante crescita a livello nazionale e internazionale.