Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official    RideUp

Palazzo federazioniPremesso che la Federazione può solo dare un’opinione non vincolante sull’interpretazione di provvedimenti dell’Autorità, purtuttavia al fine di condividere riflessioni con gli affiliati offriamo alcuni spunti in merito ai quesiti posti.

 

Domanda 1: che cosa si intende pubblico?

Il pubblico è l’insieme di spettatori che assistono alla manifestazione. Non riteniamo, però, che la risposta soddisfi la vostra necessità e forse è più utile chiarire chi non è pubblico. Possono accedere solo gli addetti ai lavori che come precisa il DPCM del 4 marzo scorso sono da ritenere, nel nostro sport, oltre ai concorrenti, anche gli istruttori/tecnici, i groom (massimo uno per ogni cavallo), gli autisti di van o carrelli e gli accompagnatori, che, per la specificità del nostro sport, possono essere considerati: un genitore in caso di atleta minorenne. Il DPCM fa, poi, espresso riferimento alla presenza dei dirigenti sportivi, per tali dovendosi da noi intendere il Presidente, o un suo delegato, delle ASD o SSD i cui tesserati prendono parte alla competizione. Si aggiungono le figure necessarie per Regolamento federale per gestire la manifestazione. In via esemplificativa e non esaustiva i dirigenti federali (nazionali o regionali), gli ufficiali di gara, lo speaker, i cronometristi, la segreteria di concorso, il personale di campo, quello sanitario e veterinario, il maniscalco.

 

Domanda 2: Con quale autorità possiamo vietare l’ingresso?

Per le responsabilità attribuite al Comitato Organizzatore dal DPCM del 4 marzo 2020.

 

Domanda 3: quale autorità può effettuare la selezione all’ingresso?

La partecipazione alle gare avviene attraverso iscrizione. Suggeriamo di richiedere a chi effettua l’iscrizione di indicare, oltre agli eventuali concorrenti, il nominativo dell’accompagnatore, se il concorrente è minorenne, e del groom. Al momento dell’accesso agli impianti di identificare e registrare le persone in possesso dei requisiti sopra richiamati. Inoltre sarebbe utile fornirli di un segnale di riconoscimento (braccialetto e simili) e per tal via mantenere un registro delle persone autorizzate e quindi tracciare gli accessi alla manifestazione per eventuali ricostruzioni successivamente necessarie.

 

Domanda 4: abbiamo l’autorità di richiedere i documenti di identità?

Le persone che chiedono di entrare nell’impianto hanno l’obbligo di farsi identificare per verificare i requisiti.  Se non intendono farsi identificare, non potete farli entrare.

 

Domanda 5: quali responsabilità e quali rischi corriamo per un eventuale contagio riconducibile a una delle nostre manifestazioni, nonostante l’osservanza di tutti gli adempimenti e le indicazioni che verranno fornite?

Il Comitato Organizzatore che abbia rispettato le prescrizioni del D.L. del 23 febbraio 2020 e i successivi decreti emanati dalla Presidenza del Consiglio (DPCM) ed eventuali ordinanze di Autorità locali, non appare possa essere ritenuto responsabile in quanto adempiente alle disposizioni dell’Autorità competente.

 

Domanda 6: si fa presente che la disciplina del Completo prevede la prova di campagna con evidenti problemi di controllo dell’area interessata, viste le dimensioni necessarie allo svolgimento di tale prova.

Anche in questo caso bisogna adottare con l’ordinaria diligenza tutte le misure necessarie per limitare l’accesso.  Però anche i singoli cittadini sono sottoposti al rispetto delle Leggi e dei Regolamenti ministeriali ed eventuali accessi abusivi avvengono sotto la loro responsabilità. Non può considerarsi però pubblico della manifestazione colui che in aperta campagna o zone rurali non recintate si ferma a contemplare il paesaggio e gli eventuali cavalieri che vi transitano.

 

Domanda 7: quali categorie è possibile effettuare durante i concorsi nazionali di salto ostacoli?

Il DPCM del 4 marzo 2020 non sembra porre limitazioni, come invece avviene invece per le sedute di allenamento riservate agli atleti agonisti, pertanto riteniamo che possano essere realizzate tutte le categorie previste nelle programmazioni approvate.

Supporter   

Charity Terzo Pilastro

Supplier Gold Span Logo BATTISTONI 08 07 2020