Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official

ISPEZIONE VETERINARIA RIOL'importante allert riguarda la sinefrina

 

La FEI ha lanciato un allert alla comunità equestre riguardo alla sinefrina, una sostanza elencata tra quelle vietate (sostanza specifica *) nell'elenco delle sostanze proibite per gli equidi.

 

Un numero considerevole di campioni prelevati dai cavalli nell'ambito del programma antidoping e controllo equino è risultato positivo alla sostanza. Sebbene le indagini sulle fonti dei casi positivi siano ancora in corso, la FEI vorrebbe mettere in guardia le parti coinvolte in tali  casi e consigliare le misure che possono essere adottate per prevenire un risultato positivo.

 

 La sinefrina è uno stimolante che può causare vasocostrizione, un aumento della frequenza cardiaca e viene utilizzato come un aiuto di perdita di peso.

 

In alcune parti del mondo, la sinefrina può essere trovata in piante come il giunco ​​comune (Juncus usitatus), la gramigna Mullumbimby (Cyperus brevifolus) e nelle  foglie degli alberi di agrumi (ad esempio mandarino, arancia e limone). La sinefrina è stata anche rilevata in alcuni Paesi nel fieno Teff. Può anche essere trovata come ingrediente di integratori a base di erbe e nutrizionali, e spesso presente nell'estratto di buccia d'arancia amara (noto anche come arancia di Siviglia) che viene usato come agente aromatizzante.

 

 Le misure che possono essere adottate per prevenire risultati positivi includono l'uso di affidabili fornitori di fieno, mangimi e integratori, il controllo dell'ambiente del cavallo per quanto riguarda possibili piante contenenti sinefrina e l'assicurazione che il personale che assuma integratori o altri prodotti contenenti sinefrina si lavi accuratamente le mani dopo essere entrato in contatto con la sostanza. Inoltre, si raccomanda di conservare campioni di fieno, mangimi e integratori somministrati ai cavalli da competizione per consentire un'indagine approfondita in caso di test positivo del cavallo per la sinefrina.

 

Ulteriori informazioni sulla prevenzione della contaminazione sono disponibili qui

La FEI invita pertanto le parti interessate a vigilare sulle possibili fonti di sinefrina nell'ambiente del cavallo e ad attuare pratiche di gestione per prevenire la contaminazione o l'ingestione accidentale della sostanza.

 

* Le sostanze vietate identificate come sostanze specificate non devono in alcun modo essere considerate meno importanti o meno pericolose di altre sostanze vietate. Piuttosto, sono semplicemente sostanze che più probabilmente siano ingerite dai cavalli per uno scopo diverso dall'aumento delle prestazioni sportive, ad esempio attraverso una sostanza alimentare contaminata.

Supporter

Charity

Supplier