Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official

FEI Sport Forum 2019 con White.jpgQuesti i principali argomenti trattati alla presenza di 265 delegati

 

Il 15 e16 aprile scorso si è tenuto a Losanna, in Svizzera, il FEI Sport Forum edizione 2019. L’evento che ha richiamato 265 delegati di Federazioni Nazionali e FEI ha avuto diversi importanti argomenti all’ordine del giorno per la prima giornata: Pari opportunità, preparativi per Tokyo 2020 e la mitigazione degli effetti del clima, la revisione del sistema giuridico FEI, Il futuro del Reining.

 

La seconda giornata di simposio è stata invece interamente dedicata alla disciplina dell’Endurance, su cui il Presidente della FEI Ingmar De Vos si è così espresso: “l’Endurance continua e continuerà ad essere una disciplina FEI. Non solo perché la FEI è l’unico organo preposto alla sua gestione, e in quanto tale deve assumersene le responsabilità, ma anche perché la disciplina ha un grande potenziale e un grande futuro nella FEI, ma non come è attualmente. Al momento è una corsa, non una gara. L'equitazione e il legame unico tra cavallo e cavaliere sono la chiave. Chi non intende rispettare questi valori non può far parte della Federazione. Nel nostro sport anche gli atleti e il loro entourage devono assumersi le proprie responsabilità. Ci vorranno coraggio e leadership.”.

 

PRIMA GIORNATA

 

Pari opportunità

 

La prima sessione della giornata è stata moderata dal presidente FEI Ingmar De Vos, con un focus specifico sulla parità dei sessi da una prospettiva di amministrazione e di opportunità nel lavoro. Anche se l'equitazione è l'unico sport olimpico e paralimpico in cui uomini e donne competono in condizioni di parità a tutti i livelli, la rappresentanza femminile nelle posizioni di governo (Comitati, NFs, ecc..) dovrebbe essere aumentata.  “La FEI incoraggia e sostiene la promozione della parità dei sessi nello sport a tutti i livelli e in tutte le strutture al fine di attuare il principio della parità tra uomini e donne”.

 

De Vos ha poi spiegato che questo cambiamento e questa sessione fanno parte di un processo più ampio nel mondo dello sport, per affrontare la parità dei sessi a livello decisionale e per incoraggiarla attivamente a tutti i livelli dello sport, sia sul campo che fuori. Ha ribadito che le federazioni nazionali hanno un ruolo importante da svolgere all'interno delle proprie strutture amministrative, ma anche attraverso i candidati che vengono nominati per le commissioni FEI.

 

Giochi Olimpici e Paralimpici Tokyo 2020

 

Tim Hadaway, FEI Director di Games Operations, ha aperto la seconda sessione della giornata dedicata ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020 con un aggiornamento sui lavori di costruzione nei due luoghi equestri, Baji Koen e Sea Forest, con la pianificazione del Test Event che si svolgerà a Tokyo (12-14 agosto 2019). Ha parlato anche delle potenziali sfide poste dalle condizioni climatiche a Tokyo, tra cui l'analisi dei dati meteorologici storici combinati con i dati raccolti nelle sedi negli ultimi due anni, nonché una descrizione di quali misure sono già in essere e cosa è stato programmato.

 

Il Dr David Marlin, specialista per la FEI sul clima e il presidente della FEI Commissione Medica Dr Peter Whitehead hanno parlato in più dettagliatamente dei sistemi di prevenzione dei problemi legati alle alte temperature, e di come ottimizzare le prestazioni dei nostri atleti equini e umani: le stesse misure adottate saranno utili anche per i tecnici e gli spettatori presenti.

 

A seguire c’è stato l’intervento del veterinario britannico Rachel Murray, Chairman della Commissione FEI della Disciplina Concorso Completo, sulle tecniche ottimali di riscaldamento atletico dei cavalli.

 

Tim Hadaway ha parlato della creazione del gruppo di lavoro FEI per il monitoraggio del clima, nonché degli interventi da applicare, che le singole discipline stanno studiando. Ha parlato delle scuderie climatizzate, di impianti di raffreddamento multipli e di unità mobili di raffreddamento che saranno fornite dal Comitato Organizzatore di Tokyo 2020, nonché della programmazione della competizione per le sessioni mattutine e serali.

 

L'Agenzia meteorologica nazionale fornirà anche previsioni e report meteorologici molto specifici, fornendo monitoraggio e consulenza in loco su base oraria. Numerosi gli interventi di esperti che stanno valutando quali misure dovranno essere adottate per prevenire effetti negativi del clima sulle prestazioni di cavalli e cavalieri.

 

Si ricorda che i documenti da consultare per le Federazione Nazionale sono disponibile sul sito FEI

 

Oltre a quanto elencato negli interventi è stata più volte ribadita la necessità di presenziare (quali osservatori) al Test Event di Tokyo con il maggior numero di persone possibile per testare le condizioni climatiche (non solamente per la disciplina del Concorso Completo).

 

Documenti di supporto qui: GIOCHI OLIMPICI E PARALIMPICI DI TOKYO 2020

 

Revisione del sistema giuridico FEI

 

La terza sessione è stata dedicata alla revisione del sistema giuridico della FEI, ed in particolare al Capitolo VIII del Regolamento Generale FEI, con le seguenti proposte:

Revisione delle aree di responsabilità per le giurie di campo, ruolo del Comitato di Appello, possibile amministrazione da parte degli uffici della FEI per alcuni procedimenti disciplinari, data di inizio delle sospensioni, sanzioni, misure relative alla gestione del rischio per il Concorso Completo, proposta per la misurazione dei pony.

 

Revisione del Regolamento di Giustizia

 

La revisione mira a creare una struttura giuridica più facile da usare, chiara, efficace in termini di costi e che consenta di prendere ogni volta decisioni efficaci da parte dell'organo sanzionatorio competente.

 

Alcune proposte presentate per esame sono state:

La creazione di un elenco di infrazioni e sanzioni corrispondenti basate sulla gravità delle infrazioni, che creerebbe sanzioni più coerenti e prevedibili per tutte le parti coinvolte.

 

Posticipare la data di inizio delle sospensioni, in particolare quando il periodo di sospensione arriva in “bassa stagione” e quindi non ha un impatto reale sull'atleta.

 

Consentire agli uffici della FEI la possibilità di imporre sanzioni per infrazioni meno gravi, il che consentirebbe alla stessa Federazione di essere più efficace in caso di violazione di una norma, lasciando al Tribunale Federale le decisioni sui casi più gravi.

 

L'emissione di cartellini gialli agli atleti come azione disciplinare per infrazioni commesse dal loro personale di supporto.

 

I relatori ed i delegati presenti hanno anche discusso se sia necessario aggiornare la regola delle prove video, in vigore dal 2012, in particolare se i contenuti video di smartphone debbano essere ammissibili come prova.

 

 Attualmente soltanto le registrazioni video ufficiali fatte da una rete di trasmissione o da una società video assunta dal Comitato Organizzatore possono essere utilizzate per un ricorso. 

 

Sono state inoltre proposte la revisione delle sanzioni relative alla gestione del rischio per il Concorso Completo e la revisione per la misurazione dei Pony.

 

Documenti di supporto: REVISIONE DEL SISTEMA GIURIDICO

 

Il futuro del Reining

 

Nella quarta sessione del forum Francisco Lima, Direttore Amministrazione ed Affari Istituzionali della FEI, ha introdotto la parte finale della giornata che ha preso in esame il futuro del Reining. Lima ha posto il focus sulla particolare sfida creata dall'esistenza di due organi di governo Internazionali per la disciplina (FEI e NRHA), sottolineando che la situazione attuale è contro lo statuto FEI, che richiede che la stessa abbia l’esclusiva gestione delle sue discipline.

 

Durante questa sessione è stata approfondita una panoramica da quando la disciplina è entrato per la prima volta sotto l’egida FEI nel 2000 ad oggi, e il futuro dello sport a livello internazionale. Bettina de Rham, responsabile Reining per la FEI, ha delineato l'evoluzione della disciplina, evidenziando la necessità per le due associazioni NRHA e AQHA di rispettare pienamente le norme generali, gli statuti e i regolamenti veterinari della FEI, e ha evidenziato come le norme sportive specifiche della disciplina sono state modificate in diverse fasi per conformarsi di conseguenza. I format delle competizioni sono stati rivisti, il valore dei risultati sportivi e le regole sulla gestione e il rispetto del benessere dei cavalli sono stati fortemente rafforzati.

 

Francisco Lima ha quindi sottolineato l'importanza del FEI Reining e che, qualsiasi decisione venga presa a seguito di queste discussioni aperte e alla fine del periodo di consultazione che è attualmente in corso, dovrà garantire l'integrità della disciplina e mantenere una parità di condizioni per tutti gli atleti partecipanti.

 

Sono state ricordate ai delegati le violazioni dell'accordo di collaborazione con L'NRHA/AQHA, che hanno portato alla conclusione dello stesso lo scorso novembre, ed è stato sottolineato che, se ci dovesse essere una futura collaborazione, le norme FEI in materia di Antidoping, benessere dei cavalli e stewarding dovranno essere pienamente rispettate. Bettina De Rham ha continuato a spiegare in dettaglio l'ampia revisione della struttura esistente del FEI Reining dal punto di vista sportivo e le misure messe in atto dal 2009 che hanno contribuito alla gestione e allo sviluppo dello sport. Nonostante questi continui sforzi per incoraggiare la crescita di FEI Reining e l'aumento generale del numero di eventi, questa è l'unica disciplina FEI con una diminuzione del numero di atleti registrati negli ultimi dieci anni.

 

Sven Friesecke (SUI), Chairman per la Commissione FEI Reining e capo della formazione presso la Fédération Suisse des Sports Equestres (FSSE), ha parlato del potenziale di un piano triennale e quinquennale per il FEI Reining e come raggiungere una uniformità per il rispetto delle regole e delle politiche della FEI da parte di tutte le parti esterne (NRHA + AQHA). Il piano di tre-cinque anni includerebbe la promozione di Competizioni ad 1 e 2 stelle, una categoria U25 e una serie di Coppa delle Nazioni giovanili. " Junior e Young Riders sono il nostro futuro. Dobbiamo costruire su di loro ed è davvero questo il nostro piano per creare un sistema dedicato alla base.” Egli ha sottolineato la necessità di un impegno per lavorare in direzione di un possibile nuovo accordo di collaborazione che coinvolga l’intero comparto del Reining. Questo è stato fortemente sostenuto dalla Federazione Equestre Europea (EEF) e da singole Federazioni Nazionali Europee, così come dal rappresentante statunitense Rick Weaver.

 

” Voglio congratularmi con la FEI per aver affrontato questo importantissimo tema e per aver avuto il coraggio di affrontare questo argomento", ha detto Rick Weaver. "Così ora abbiamo l'opportunità di utilizzare le federazioni nazionali per andare avanti e costruire un business plan che creerà un percorso per reclutare e trattenere i membri FEI.”

 

Il Segretario Generale FEI Sabrina Ibáñez ha concluso i lavori della giornata informando i delegati che tutte le discussioni sul Reining saranno prese in considerazione dal Board della FEI.” Per quanto riguarda questa disciplina – ha affermato Ibáñez - abbiamo bisogno di indicazioni da parte vostra da portare in vista dell’Assemblea Generale in novembre".

 

Documenti di supporto IL FUTURO DEL REINING

 

SECONDA GIORNATA

 

Endurance

 

Nella seconda giornata del Forum sono stati trattati, dalla sessione 5 alla 7, i seguenti argomenti relativi alla disciplina dell’Endurance:

 

Qualificazione atleti cavalli e cavalieri: riduzione dei rischi per il benessere del cavallo

Formazione degli Officials e applicazione corretta delle regole

Miglioramenti e innovazioni per la ristrutturazione della disciplina

 

Proposte della commissione temporanea Endurance per le modifiche del regolamento:

 

Qualificazione da 1* a Campionato: in base alle velocità limite (capped speeds) e alla percentuale di completamento della competizione per la qualifica in crescita da CEI 1* ai Campionati, con la velocità libera solo per chi ha un tasso di completamento pari o superiore al 66% (come presentato nella Sessione Qualifiche).

 

Disegno del percorso: lunghezza minima del loop 20 km; numero minimo di loop: 6 per 160 Km, 4 per 120 km, 3 per 80 km. Una distanza di 5 km tra l’assistenza e una distanza massima di 10 km tra i punti distribuzione acqua.

 

Numero di assistenza (crew): limitare il numero dell'assistenza a tre nelle aree assistenza, rafforzando la responsabilità dell'atleta.

 

Ruolo del tecnico: il tecnico registrato deve avere almeno 18 anni. La sostituzione del tecnico registrato di un cavallo che partecipa ad un evento non è ammessa dopo la data delle iscrizioni definitive. Quando un cavallo ha un cambio di tecnico registrato, il cavallo non potrà partecipare in gara per 30 giorni.

 

Peso minimo dei cavalieri: ridurre il peso minimo del cavaliere a 70kg per le gare senior di 2* e oltre (indipendentemente dall'età dell'atleta).

 

Numero massimo dei partenti: massimo 200 partenti per evento soggetto a sede e rapporto adeguato tra concorrenti e officials; massimo 400 partenti al giorno soggetti alle stesse condizioni.

 

Criteri per i Test Event: garantire il buon funzionamento di tutti gli eventi di prova per i campionati con l'obbligo di coincidere la distanza, il percorso, gli ufficiali di gara, il centro calcoli, il trattamento dei dati e il monitoraggio della frequenza cardiaca al campionato in questione.

 

Parametri della frequenza cardiaca ed i tempi di presentazione: GEIS evidenza supporta 60 bpm con un tempo di presentazione di 15 minuti; per i luoghi dove per gli ultimi 3 anni, i primi 10 classificati hanno una velocità media di 20kph o superiore sulla stessa distanza, 60 bpm e 15 minuti per tutti i cancelli veterinari, con un tempo di presentazione di 20 minuti all’arrivo; per i luoghi dove per gli ultimi 3 anni, i primi 10 classificati hanno una velocità media di meno di 20 km / h, si applicano le regole esistenti per quanto riguarda la frequenza cardiaca e ed i tempi di presentazione. Al primo cancello vet dopo la prima metà della gara, cavalli che si presentano con frequenza cardiaca superiore a 64bpm alla prima presentazione non avranno l'opportunità di ripresentarsi e saranno segnalati FTQ-ME.

 

Applicazione delle Norme in base al benessere dei cavalli: quando si ritiene che un cambiamento di regola abbia un chiaro potenziale beneficio per il benessere dei cavalli, il Board della FEI dovrebbe richiedere modifiche se vi è la possibilità che ciò possa avere una differenza positiva.

 

Mirati periodi obbligatori fuori concorso (MOOCP (mandatory out of rest period), attualmente MRP (minimum rest period)): MOOCP più lunghi da applicare: altri sette giorni per i cavalli con media superiore a 22kph sulle fasi completate; ulteriori 14 giorni per 2 consecutivi FTQ-ME; 6 mesi dopo il 3 ° consecutivo FTQ-GA con un protocollo di un esame specifico, prima di essere autorizzati a ripartire in gara; MOOCPs specificamente mirato alle lesioni gravi: muscoloscheletrici o metabolici e non più direttamente correlati  trattamento invasivo immediato. FTQ-GA – Failure to compete: cancello veterinario; FTQ-ME – Failure to compete: motivi metabolici.

 

Bardatura/attrezzatura e abuso dei cavalli: raccomandazioni specifiche per quanto riguarda la bardatura/attrezzatura autorizzata per allineare la disciplina con altre discipline.

 

Proroga del termine per la denuncia di violazioni del regolamento per consentire sanzioni: proroga fino a 12 ore per la presentazione di un'obiezione e poi 24 ore per la presentazione di prove.

 

Maggiori sanzioni per l'abuso dei cavalli: aumentare le sanzioni per l'abuso di cavalli in linea con l'attuale revisione in corso da parte del FEI Legal Department; sospensioni da prescrivere entro la stagione competitiva degli interessati.

 

Maggiori sanzioni per la rimozione di un cavallo dal campo gara: sospensione di sei mesi più 80 punti di penalità per la prima infrazione.

 

Sangue visibile: i cavalli in competizione che hanno sangue che scorre da una ferita o da un orifizio dovranno essere esaminati da un gruppo di tre veterinari che riferiranno i loro risultati al Presidente della Giuria. Questi cavalli saranno classificati FTQ.

 

Lesioni gravi (SI) e catastrofiche (CI): al fine di eliminare la confusione, il periodo MOOC precedentemente attivato dal trattamento invasivo immediato sarà collegato adesso alla denominazione SI.

 

Documenti di supporto:

Qualifiche

Formazione e Educazione Ufficiali di Gara 

Miglioramenti e innovazioni per la ristrutturazione della disciplina 

 

 

Scadenze modifiche Regolamenti FEI 2021

 

8 luglio 2019: Le bozze definitive dei regolamenti FEI saranno inviate alle federazioni nazionali e agli altri stakeholder;

30 agosto 2019: termine ultimo per le federazioni nazionali e gli stakeholder per presentare il feedback alla FEI;

22 ottobre 2019: saranno pubblicate le bozze definitive dei regolamenti;

17-19 novembre 2019: Approvazione Assemblea Generale FEI, Mosca (RUS).

 

Nella foto © FEI: un momento del forum in cui al tavolo dei relatori era presente la nostra delgata Andrea White

Supporter

Charity

Supplier