Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official RideUp RideUp

GAROFALO GASPHAR FISE Massimo Argenziano 213073Giornata da ricordare quella vissuta oggi a Piazza di Siena con l’atteso Rolex Gran Premio Roma che ha posto il sigillo sull’88esima edizione dello CSIO di Roma Piazza.

 

Un concorso fortemente voluto dal Comitato Organizzatore del concorso ippico (FISE con Sport e Salute e con CONI) che ha segnato la ripartenza della grande equitazione mondiale dopo l’anno di stop forzato.

 

E lo sport ha regalato ai tanti appassionati grandi emozioni con la vittoria del tedesco David Will che oggi ha centrato il successo più importante della sua carriera in sella a C Vier 2.

 

Sensazioni ancor più forti le ha però regalate l’aviere scelto Giampiero Garofalo, decimo classificato con Gaspahr ed unico azzurro ammesso alla seconda manche della gara.

 

Dopo la penalità per un fuori tempo nel primo giro, l'azzurro ha poi commesso errore sul primo elemento della gabbia nel secondo percorso portando però a termine una prova convincente che l’ha collocato al decimo posto della classifica.

 

"Emozione grandissima - ha detto il giovane azzurro. - Avevo già partecipato nella scorsa edizione dello CSIO di Piazza di Siena dove in passato era già stato in campo mio padre Paolo. Questo risultato così importante e il debutto di quest'anno di mio fratello Antonio rimarranno un ricordo speciale. Devo dire grazie alla Young Riders Academy se sono qui oggi e se la mia formazione di cavaliere ha avuto una svolta importante. Vivo da tempo in Olanda e il cavallo che ho montato mi è stato affidato  solo dal settembre scorso. Con lui feeling immediato e la vittoria in Belgio del mio primo Gran Premio internazionale all'inizo di maggio nel due stelle di Opglabbeek."

 

 

Tredici, sul totale dei cinquanta partenti, hanno avuto accesso alla seconda manche. Di questi cinque si sono ripresentati in campo con un percorso netto e solo tre sono stati capaci di ripetersi.

Il più veloce è stato il 33enne David Will che con C Vier 2 ha fermato il cronometro su 42.34 secondi, un tempo che le amazzoni statunitensi Laura Kraut con Baloutinue (44.76) e Jessica Springsteen con Don Juan van de Donkhoeve (45.15) non sono riuscite a migliorare ottenendo rispettivamente la seconda e terza posizione.

 

Complessivamente sono stati undici i cavalieri italiani che hanno preso il via nel Rolex Gran Premio Roma. Dopo Garofalo, l'aviere capo Lorenzo De Luca con Nuance Bleue VDM Z (17° posto) e Piergiorgio Bucci con Cochello (19°) hanno chiuso con due errori la prima manche della gara.

 

 

Clicca QUI per la classifica del Rolex Gran Premio Roma

 

 

(Nella foto l’aviere scelto Giampiero Garofalo con Gaspahr © FISE / Massimo Argenziano)

Media Partner Cavallo Magazine  Equestrian Time
Supporter
Charity Terzo Pilastro

Supplier Gold Span My Horse Logo BATTISTONI