Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official    RideUp

SMIROLDO SVEVA CASSUS BLU Media HubGiornata di Gran Premi a Oplagbbeek in Belgio, dopo le prime manche delle Coppe delle nazioni disputatesi ieri. 

 

La giornata degli azzurrini è cominciata con il Gran Premio riservato ai Pony. Quattro i nostri in barrage, grazie ai percorsi netti messi a segno sul percorso base, ma solo Cassandra Belli su Red Star Optimus, che ha chiuso al nono posto con un errore sul tracciato decisivo (0/4; 45”81) rientra nella top ten della difficile gara. Gli altri in barrage: Camilla Bassan su Miskaun Harvey (12^; 0/4; 47”02), Greta Marchesotti su Ah de Prere (13^; 0/4; 51”75) e Mathilda Mercuri su Marcello (0/8; 42”56). 

 

Nel Gran Premio Children uno solo dei binomi azzurri in barrage. Si tratta della Campionessa italiana di categoria Sveva Smiroldo. In sella a Cassus Blu, la giovane amazzone ha messo in fila due percorsi netti e con il tempo di 48”79 ha ottenuto l’ottava posizione della classifica finale. 

 

Nel Gran Premio riservato agli Junior il miglior risultato azzurro è quello del Carabiniere Giacomo Casadei. Unico degli azzurri in barraga, il Campione olimpico giovanile in carica in sella a Chagracon Ps ha messo a segno il primo netto per garantirsi il barrage, chiuso poi con un errore e il tempo di 49”66, risultato cha ha consegnato all’azzurro il decimo posto finale. Grandissima sfortuna per Elisa Chimirri, Campionessa d’Italia in carica per la categoria Junior, su Calandro Z e Giorgio Bilotta su Gavita V che, nonostante il netto agli ostacoli, hanno chiuso con una penalità per il tempo che non ha tolto loro la possibilità di disputare il decisivo barrage. 

 

Tre gli azzurri nella top ten della classifica finale del Gran Premio Young Rider. Tutti e tre con netto agli ostacoli ma con una sola penalità per aver superato il tempo massimo del percorso base, situazione che non gli ha consentito di prendere parte al tracciato decisivo. Al quinto posto troviamo, dunque, Filippo Linari in sella a Romano du Soulaire (1; 79”50), al sesto Neri Pieraccini su Arpege de Carles (1; 79”72) e al settimo il Carabiniere Francesco Correddu su Necofix (1; 79”80).

  

Classifiche

  

(Nella foto archivio © Media Hub: Sveva Smiroldo su Cassus Blu)

Supporter   

Charity Terzo Pilastro

Supplier Gold Span Logo BATTISTONI 08 07 2020