Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official    RideUp

LEVI GIULIAPrestazione da incorniciare per Giulia Levi a Salisburgo.

 

Dopo la vittoria nella prima categoria di qualifica, l’azzurra ieri ha infatti  ottenuto il secondo posto nella finale della Youngster Cup 2019, un Gran Premio con ostacoli da 1 e 55 riservato agli Under 25.

 

 

Il sella al fidato Van Dutch, con il quale si era tra l’altro laureata campionessa italiana young rider nel 2016,  Giulia Levi è stata una dei soli tre binomi ammessi al barrage (18 quelli in finale) grazie ad un percorso base chiuso senza errori.

 

La 23enne amazzone milanese è quindi scesa in campo con determinazione per seconda, dopo la statunitense Nicolette Hirt con Vertige de Vigneul (0/8; 49.13), ed ha portato a termine un barrage veloce, chiuso con l’ottimo tempo di 40.27 secondi, ma purtroppo macchiato da un errore commesso nell’ingresso della gabbia.

 

La vittoria è andata al polacco Andrzej Oplatek, ultimo ad affrontare il barrage su Conthinder (0/0; 42.03), mentre in finale per l’Italia c’era anche Luigi Del Prete con Castello (14°; 16 penalità nel percorso base).

 

A Salisburgo nella giornata di apertura di giovedì, l'Inno di Mameli era suonato all'interno della Coloseum-Arena grazie alla vittoria di Sara Morucci in sella a Stardust Z nella 135 a tempo valevole per il Big Young Rider Tour.


 

Clicca qui per i risultati della Youngster Cup Final 2019

 

Nella foto Giulia Levi e Van Dutch / Archivio Levi © www.fotoagentur-dill.de

Supporter   

Charity Terzo Pilastro

Supplier Gold Span Logo BATTISTONI 08 07 2020