Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official

ZORZI VAUBAN M.GRASSIAPartono con il piede giusto gli azzurri in questa edizione di Jumping Verona. Le prime due categorie della giornata di apertura del CSI5*-W scaligero hanno infatti visto i cavalieri italiani in grande evidenza.

 

Nel premio Prestige, categoria a tempo con ostacoli da 1 metro e 50, disputata nel pomeriggio, c’è stato l’ottimo secondo posto del 1° caporal maggiore Alberto Zorzi su Vauban du Trio.

Il tempo fatto registrare dall’azzurro è stato di 55 secondi e 74, soltanto 5 centesimi più alto di quello di Jessica Springsteen vincitrice della prova in sella a Volage du Val Henry (55.69). Tra i migliori anche il 1° aviere scelto Emilio Bicocchi, quarto con Flinton (57.23).

 

BOLOGNI QUIDICH JV M.GRASSIAIn mattinata, invece, nel premio Safe Riding categoria a due fasi dello small tour, c’è stato un ‘poker’ tricolore con la vittoria del carabiniere scelto Filippo Marco Bologni che in sella a Sedik Milano Quidich de la Chavee ha chiuso la prova fermando il cronometro su 29.35 secondi.

Di pochissimo più lento è stato il 1° aviere Lorenzo De Luca, secondo con Amarit d’Amour (29.91) mentre terzo si è classificato il Tenente Eugenio Grimaldi con Scara Mouche (31.45). A completare l’en-plein azzurro, la quarta piazza è stata occupata da Luigi Polesello con Farao van’T Vennehof (32.15).

 

 

Photo FISE/M.Grassia

Supporter

Charity

Supplier