Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official

Chimirri tower mouche grassiaIndividuata la long list per i prossimi Campionati Europei di Rotterdam

 

Al termine di un fine settimana di ottimi piazzamenti e successi per i colori azzurri nei diversi concorsi internazionali all’estero arrivano interessanti novità per il prosieguo della stagione del salto ostacoli italiano. 

 

CAMPIONATI EUROPEI- Nella giornata di oggi, lunedì 22 luglio, la Federazione Italiana Sport Equestri ha inoltrato le iscrizioni nominative per i prossimi Campionati Europei in programma a Rotterdam in Olanda dal 19 al 25 agosto prossimo. 

 

Si tratta di dieci binomi scelti dal selezionatore azzurro Duccio Bartalucci sulla base del rendimento di cavalli e cavalieri nel corso della stagione. Ecco chi sono (in ordina alfabetico): 1° aviere scelto Emilio Bicocchi (Evita SG Z), Piergiorgio Bucci su (Driandria), appuntato scelto Bruno Chimirri (Tower Mouche),1° Aviere Lorenzo De Luca (Ensor de Litrange LXII e Dinky Toy Vd Kranenburg, carabiniere scelto Emanuele Gaudiano (Chalou), appuntato scelto Massimo Grossato (Lazzaro delle Schiave), 1° aviere scelto Giulia Martinengo Marquet (Elzas), aviere capo Luca Marziani (Tokyo du Soleil), Paolo Paini (Ottava Meraviglia di Ca’ San Giorgio), Riccardo Pisani (Chaclot).

Nella long list di azzurri papabili per una partecipazione continentale non figura il nome Lucia Le Jeune Vizzini. Il suo Loro Piana Filou de Muze, infatti, ha subito un infortunio in occasione dello CSIO di Aachen in Germania la scorsa settimana. Dispiace dover rinunciare a un binomio che aveva dimostrato, fino a questo momento della stagione, grande affidabilità e risultati di primo livello. 

 

“L’incidente capitato ad Aachen al cavallo di Lucia Vizzini, Filou de Mouze, – ha detto Duccio Bartalucci, selezionatore della nazionale - purtroppo è la classica tegola che ti cade in testa. Alla luce delle brillanti prestazioni che questo binomio aveva avuto sin dal momento della sua formazione, lo scorso anno, la mia scelta per la composizione del quartetto titolare al Campionato Europeo di Rotterdam prevedeva la sua utilizzazione. Ora c’è soltanto da augurarsi che l’infortunio di Aachen non lasci conseguenze che prevedano un’assenza dalle gare di lungo periodo e che questo binomio possa essere di nuovo in campo a breve, per porre la sua candidatura alla composizione della squadra per la finale di Barcellona”.

 

La Federazione Italiana Sport Equestri inoltrerà – secondo programma ufficiale – le iscrizioni definitive il prossimo 2 agosto. Per quella data il selezonatore Duccio Bartalucci dovrà scegliere i 5 binomi che rappresenteranno l’Italia ai prossimi Campionati Europei della disciplina.

 

FEI NATIONS CUP HICKSTEAD – Intanto arriva notizia di uno stop forzato per Antonio, cavallo di Gianni Govoni, che avrebbe dovuto comporre la squadra italiana in occasione della prossima tappa del circuito di FEI Nations Cup in programma durante il prossimo fine settimana a Hickstead in Gran Bretagna (25/28 luglio). Una infezione a un arto non permetterà ad Antonio di far parte del quintetto azzurro nella gara del fine settimana. Nulla di particolarmente preoccupante, ma al fine di preservare al massimo il benessere del cavallo, il CT della nazionale ha deciso di far entrare il capitano della nazionale: Bruno Chimirri e il suo fantastico Tower Mouche. I cinque binomi che rappresenteranno l’Italia a Hickstead saranno, dunque: Piergiorgio Bucci su Driandria, l’appuntato scelto Massimo Grossato su Lazzaro delle Schiave, Riccardo Pisani su Chaclot, Roberto Turchetto su Adare, ai quali si aggiunge Bruno Chimirri su Tower Mouche. 

 

FEI NATIONS CUP DUBLINO – Per restare in tema di FEI Nations Cup, proprio oggi la Federazione Italiana Sport Equestri ha inserito nell’entry sistem della FEI i nominativi degli azzurri che rappresenteranno l’Italia nell’ultima tappa del circuito di Divisione 1 in programma a Dublino in Irlanda (7/11 agosto). A Emilio Bicocchi e Paolo Paini che erano già stati individuati dal selezionatore azzurro si aggiungono anche: Bruno Chimirri, Lorenzo De Luca, Riccardo Pisani

Una lista definitiva dei cinque binomi che scenderanno in campo a Dublino però sarà disponibile solo lunedì prossimo 29 luglio, al termine dello CSIO di Hickstead. 

L’Italia al momento occupa il settimo posto della classifica generale del circuito con 170 punti, ma può contare solo su due risultati utili, in cui gli azzurri – con il secondo posto di San Gallo e il terzo ottenuto a Falsterbo – hanno capitalizzato la loro partecipazione ai primi due appuntamenti qualificanti. Sia Hickstead che Dublino, infatti, saranno due importantissime occasioni in cui gli azzurri potranno ottenere punti utilissimi per la qualifica alla finale di Barcellona (3/6 ottobre). Finale che, lo ricordiamo, consegnerà peraltro un pass olimpico per Tokyo 2020 alla miglior squadra della classifica finale che non abbia già ottenuto la qualifica a “cinque cerchi”.

 

CSIO CALGARY 2019– Intanto arriva un’altra notizia positiva per il salto ostacoli azzurro. L’Italia ha ricevuto, infatti, una wild card per la partecipazione al prestigiosissimo CSIO di Calgary, uno degli eventi più importanti nel panorama equestre mondiale. La nostra nazione, dunque, sarà in campo nel concorso ufficiale canadese con una squadra al completo. 

 

Si prospetta quindi un’estate davvero “calda” per il salto ostacoli italiano che tra la fine di luglio, agosto e settembre vedrà i propri migliori cavalieri impegnati in appuntamenti di primissimo livello come, per citarne alcuni, gli CSIO di Hickstead e Dublino, i Campionati Europei, il CSI5* di Gijon e lo CSIO di Calgary, che si svolgerà peraltro in concomitanza con la tappa italiana del Longines Global Champions Tour del Foro Italico a Roma (4/8 settembre). 

 

(Nella foto © FISE/Mario Grassia: Bruno Chimirri su Tower Mouche)

Supporter

Charity

Supplier