Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official RideUp RideUp

Correddu LorenzoGli azzurrini hanno combattuto fino alla fine dando dimostrazione di grande freddezza. Correddu e Bertolla in finale individuale al comando della classifica 

 

Assegnate le prime medaglie in occasione dei Campionati Europei giovanili di salto ostacoli in corso di svolgimento a Samorin in Slovacchia. Oggi, giovedì 10 agosto, è stata la volta dei children.

 

La squadra italiana ha chiuso la competizione continentale al quinto posto su 19 squadre al via. I risultati conseguiti ieri nella prima qualifica si sommano alle prestazioni di oggi (l’Italia chiudeva con 0 penalità). Il team azzurro agli ordini del capo equipe Stefano Scaccabarozzi composto Martina Ferrari su Trustin (0/4/4);  Giulia Bertolla su Ti Lann du Up of (0/0/0); Martina Simoni su California Blue (4/Rit/Rit) e Lorenzo Correddu su Touche d Arrogane (0/0/0) ha chiuso con un totale di 8 penalità. Purtroppo l'indisponibilità del cavallo di California Blu per infortunio ha costretto la squadra a partire in tre già dal primo giro della Coppa.

 

Sapere di non poter sbagliare (non potendo scartare alcun risultato) ha messo chiaramente un’ulteriore pressione ai nostri Children. I ragazzi, che peraltro hanno sfiorato il barrage per il bronzo, hanno risposto dimostrando una grande freddezza e una maturità che fa ben sperare per il futuro. Grandi prestazioni quelle di Lorenzo Correddu e Giulia Bertolla che non hanno toccato neanche una barriera nelle due giornate. Questa situazione consente ai due azzurrini di accedere alla finale dei migliori 30 binomi di sabato al primo posto ex aequo nella classifica generale individuale. Sono 18 le penalità per Vittoria Righi e Sushi, binomio in campo a titolo individuale. La medaglia d’oro a squadre è andata alla Gran Bretagna. Argento per il Belgio, bronzo alla Polonia.

 

Intanto in mattinata l’Italia Young Rider, al termine della prima manche, disputata oggi, si trova al terzo posto della classifica provvisoria. Il team guidato da Stefano Scaccabarozzi e composto da Michele Previtali su Lagerfeld (4); Tommaso Gerardi su Venus Z (8); Matias Alvaro su Tempo des Brieres (4) e dal Caporale Guido Franchi su Lucaine ha chiuso la prima parte della gara con 12 penalità. Guida il Belgio (7), davanti alla Gran Bretagna (8). E’ proprio Guido Franchi il migliore azzurro della classifica individuale con il suo 15° posto.

 

Gli Young riders prenderanno parte alla seconda parte della gara, valida per l’assegnazione delle medaglie a squadre, nella giornata di domani. In programma sempre domani la gara a squadre degli Junior.

 

Classifiche   

 

(Nella foto d'archivio: Lorenzo Correddu su Touche D Arrogance)

Media Partner Cavallo Magazine  Equestrian Time
Supporter
Charity Terzo Pilastro

Supplier Gold Span My Horse Logo BATTISTONI