Main
Official
RideUp
RideUp
Kadermin

Si è concluso il lungo weekend pasquale per i giovani azzurri del salto ostacoli, scesi in campo, dal 5 all’8 aprile, per lo CSIO di Manerbio.
Oltre ad aver firmato la Coppa delle Nazioni junior e children, e il Gran Premio children, i riders in erba sono stati protagonisti individuali di 4 vittorie under 25, 5 young rider, 3 junior, 5 children e 2 pony.
Giovedì. Nella C115 Children ci pensa Stella Marchese in sella a Wessel, a conquistare la prima posizione con un tempo di 43,94. Nella C130 Junior Noemi Oggioni su Camara VII CH e l’Aviere Scelto Francesca Arioldi su Baldo della Loggia si sono classificate rispettivamente prima e seconda sul podio davanti ai 47 partenti. Nella categoria 135 Young Rider, l’Inno di Mameli è suonato in onore di Sara Pappone su District, seguiti da Roberto Previtali su Zouverture-Ircodina e Andrea Calogero su Porsche. Per quanto riguarda, invece, gli under 25, nella categoria 130-135 il trio italiano composto da Benedetta Rosa su Orfeo Negro Courcelle, Alessandro Trovato su Cannon e Lucrezia Romani su Opium De Gobaude ha dominato su tutti prendendo tutte le posizioni del podio.
Venerdì. Da segnalare la seconda posizione di Alessandra Fuzzi in sella a Esprit con un tempo di 27,10, nella categoria pony. Nella 115 children è, invece, Francesca Maggiore su Betely a occupare la prima posizione. Nella C130 Junior, a vincere è stata Francesca Garavelli su Midas con un tempo di 26,85. Nella categoria 135 Young Riders, l’Italia ha ottenuto un buon piazzamento: secondo e terzo posto rispettivamente per Matteo Medici Cornaggia su Paul e Luna Faniglione su Clairis. Nella C145, riservata anch’essa agli young rider, il trionfo è firmato da Roberto Previtali su Sander, primo su i 31 binomi partenti. Buono anche il terzo posto di Sara Pappone su Coldplay 7. Ancora un podio completo per l’Italia nella C130/140 Under 25: è Benedetta Rosa su Orfeo Negro Courcelle a raggiungere la prima posizione con dietro Chiara Lydia Polizzi su Nike e Lucrezia Romani su Opium De Gobaude.
Sabato. L’internazionale pony ha suonato l’inno italiano per la seconda volta. Merito di Martina Giordano su Prospect e Alessandra Fuzzi su Esprit, che hanno conquistato rispettivamente la prima e seconda posizione con un tempo di 55,29 la prima e 55,96 la seconda. Nella C115 children, ottima la prova di Matteo Soleri in sella a Bonfire che lo ha portato in cima alla classifica. Mentre per la C120 children porta la firma di Guido Franchi su Garua, nel tempo di 31,12. Nella C130 junior, la vittoria azzurra è stata ottenuta da Renato Agosta su Venere Nera. Terza Virginia Ravano su Orsaro dei Folletti. Nella C135 Young Riders, tutto il podio è azzurro: primo, secondo, e terzo, rispettivamente, Roberto Previtali su Zouverture-Ircodina, Clementina Grossi su Renette e su Castella. Nella C135/140 under 25, è Chiara Lydia Polizzi a guidare il giro d’onore, in sella a Rantasia. Terza piazza per Alessia Casoni su Lambrusco.
Domenica. Nella C115 pony a brillare per l’Italia è stato Federico Jacobone su Igwane de Beva che con un tempo di 49,57 ha vinto sui 37 binomi partenti. Seconda classificata, Marina Balbo su Mcfly III. Nella C115 children, Giulia Vogogna conquista il secondo posto in sella a Jumping Star Namur 47. Nella C130 Junior, la vittoria è siglata da Giampiero Garofalo su Oro di Valmarina. Terza posizione per Enrico Durazzi su Arielle Z. Per quanto riguarda la C135 Young Rider, anche qui, l’Italia ha ottenuto un grande successo: podio completo, con Clementina Grossi su Renette, Antonia Vita Pinardi su Confetti e Riccardo Miozzo su Calvara P Z. Stessa grande prova per gli azzurri under 25 nella categoria 130/145: prima Diana Bartoloni su Gescy, seconda Alice Maria Beraldi su Udek e terza Benedetta rosa su Orfeo Negro Courcelle.

Qui, tutti i risultati dello Csio di Manerbio

(Nella foto l’Italia giovanile agli Europei di Comporta 2011)

Media Partner
Cavallo Magazine  Equestrian Time
Charity

 

artlogo ops ETS color rid

Supplier Logo Askoll Gold Span My Horse 40X40 LOGO ECOHORSE CON SCRITTA