Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official

LogoFISEEntro il 24 gennaio sarà possibile inviare eventuali proposte di modifica e integrazione

 

Il Dipartimento Formazione propone la bozza della revisione del Regolamento della Formazione che sarà sottoposta al prossimo Consiglio Federale del 4 febbraio. La Federazione è interessata a ricevere eventuali proposte di modifica e integrazione da parte degli operatori, che potranno essere inviate al seguente indirizzo mail: formazione@fise.it entro il 24 gennaio prossimo.

 

Le principali modifiche si basano anche sul recepimento delle istanze pervenute dal territorio, e raccolte durante gli esami e le riunioni con i referenti regionali.

Si allega, pertanto, il testo integrale del documento, evidenziando, qui di seguito, i punti salienti:

• Istruttore di base: sono state apportate piccole migliorie sul programma didattico e sull’effettuazione dell’esame;

• Istruttore di 1° livello: è stato abolito il praticantato;

• Istruttore di 2°/3° livello: sono state abolite le Unità didattiche Addestramento Giovani cavalli 1 e 2

• Si propone il rilascio della qualifica di Master in base a criteri oggettivi, ossia con valutazione dei risultati degli allievi in base ad una tabella a punti;

• È stato effettuato qualche cambiamento migliorativo agli aggiornamenti istruttori;

• È stata parificata al 3° livello la qualifica di Istruttore per meriti sportivi, in ossequio a quanto disposto a suo tempo dal Consiglio Federale, ma si propone di limitare il rilascio a quanti hanno partecipato a Campionati Europei, Mondiali e Giochi Olimpici;

• Sono stati inseriti ulteriori crediti formativi a vantaggio degli Istruttori in base al proprio curriculum agonistico, da scontare sulla prova d’esame pratica a cavallo;

• Si propongono forme di esenzione dal montare a cavallo per sopraggiunte problematiche di salute che impediscono la pratica a cavallo, e per coloro che hanno raggiunto i 50 anni di età;

• È stata inserita la possibilità di effettuare la prova d’esame pratica a cavallo al termine delle Unità Didattiche delle discipline olimpiche;

• Sono stati inseriti criteri di più ampia portata per la valutazione delle prove pratiche a cavallo durante gli esami, che non saranno più riconducibili alla pedissequa applicazione dei regolamenti agonistici delle discipline olimpiche, ma oggetto di valutazione globale da parte degli esaminatori;

• È stata apportata qualche modifica sui requisiti richiesti per sostenere gli esami da privatista, e proposto un ritocco delle quote di iscrizione, per renderle maggiormente allineate rispetto al costo dell’iter di formazione completo;

• È stato abolito l’esame per Candidati di Lunga pratica, in quanto superato dall’inserimento dell’esenzione a montare a cavallo per coloro che superano i 50 anni di età;

• Sono state progettate delle sessioni d’esame straordinarie innovative, finalizzate a consentire il rilascio della qualifica di Istruttore di 1° e 2° livello attraverso un esame completo che tocchi tutti gli argomenti trattati nel piano di studi federale, ricalcando esattamente quanto disposto dal MIUR per gli esami di maturità.

 

Scarica qui la bozza di regolamento

Supporter

Charity

Supplier