Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official    RideUp

ArgentojYreu18 2Premiata l’impeccabile strategia di squadra degli azzurri

 

La Primavera azzurra si è tinta d’argento al FEI Meydan European Endurance Championship for young riders and juniors 2018, rassegna continentale under 21 ospitata oggi, giovedì 26 luglio, a Pisa nell’ippodromo di San Rossore. L’Italia, rappresentata da Niccolò Trotta (Quassia Distinta), Carola Dino (Colorado), Camilla Coppini (Alkimia), Valentina Galli (Agadir by Galuska) e Aurora Salvati (Nevosu), ha guadagnato fin dal primo giro la terza posizione per poi scalare una marcia, durante l’ultimo anello, alla conquista del secondo gradino del podio dietro la Spagna. Un argento azzurro confermato dopo la medaglia 2016. Soddisfatto il CT Fausto Fiorucci: “Seguo il team giovanile azzurro solo da due mesi. E da due mesi il messaggio che ho voluto far arrivare ai ragazzi è che deve vincere sempre la squadra. Siamo partiti convinti di essere competitivi e abbiamo combattuto uniti fino alla fine. Abbiamo fatto solo il massimo che potevamo”. Una bellissima medaglia d’argento meritata anche per la grande strategia di squadra che ha portato l’Italia a concludere il Campionato a squadre con quattro cavalli all’arrivo. Strategia di gara impeccabile studiata da Fausto Fiorucci, dall'assistente al Ct Mara Marangoni, e con il fondamentale lavoro del veterinario di squadra dott. Enrico Becuzzi. Obiettivo: rispettare al massimo il benessere dei cavalli e al contempo ottenere uno splendido risultato. L’Italia è stata, infatti, l’unica squadra a portare quattro cavalli al termine dell’impegnativo tracciato da 120 km. L’Italia ha confermato, dunque, la medaglia d’argento ottenuta nel 2016, dimostrando un cuore d’oro.

 

 

La Spagna si è confermata medaglia d'oro, mantenendo il titolo conquistato nel 2016 (il terzo consecutivo), Il team era composto da Raquel Costa Codina su Tunez Cost; Bruna Pujols Aumatell su Ulkiem Kelenn; Martina Codina Sala Planell su Cs Rogelia. Solo Spagna e Italia, sulle otto squadre al via, sono riuscite a concludere la gara.

 

Ancora Spagna sul podio individuale, con l’oro conquistato da Raquel Costa Codina su Tunez Cost, che ha meritato anche il premio "Best Condition", riconosciuto al cavallo giudicato dalla commissione veterinaria più performante, in particolare con la migliore condizione psico-fisica al termine della gara. Fanno compagnia all'amazzone iberica, la slovacca Michaela Supekova, medaglia d’argento, (Girola de Quercus) e la francese Lilou Tomas Arnaud (Scherazade Larzac), invece bronzo. Migliore degli azzurri a titolo individuale è stato Nicolò Trotta nella top ten della gara con il suo decimo posto.

 

Archiviata la rassegna europea, il Toscana Endurance Lifestyle si prepara per il prestigioso internazionale targato “H.H. Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum Italy Endurance Festival”.

 

Classifiche

Supporter   

Charity Terzo Pilastro

Supplier Gold Span