Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official

Italia argento brussels 2L’equitazione azzurra continua a mietere importanti successi

 

L’Italia dell’Endurance è medaglia d’argento ai Campionati Europei che si sono svolti oggi, giovedì 17 agosto, a Brussels in Belgio. Il team azzurro composto da Perrine Campanini su Vega du Clos, dalla Campionessa italiana in carica Costanza Laliscia su Rok, Luca Compagnoni su Kida, Pietro Moneta su Psyche du Verdot e Carolina Asli Tavassoli in sella a Tara du Berthas, ha dato davvero il massimo e fino al penultimo giro combatteva per una medaglia di bronzo. Ma un componente del team tedesco veniva eliminato, situazione che ha comportato l’eliminazione di tutta la squadra. E’ così che il team guidato da Angela Origgi ha dato il tutto per tutto in una gara combattutissima fino alla fine e grazie alle prestazioni dei cavalieri e delle amazzoni che hanno composto la squadra, l’Italia è salita sul secondo gradino del podio continentale.

 

Il Campionato Europeo si è svolto sull’impegnativo tracciato di 160 km. Tredici i team a caccia di un posto sul podio. La medaglia d’oro è andata a un'irraggiungibile Spagna, quindi argento all’Italia, bronzo alla Svezia.  

 

Arrivate purtroppo quasi subito per zoppia dei cavalli le eliminazioni per Pietro Moneta su Psyche du Verdot (al primo cancello) e Carolina Asli Tavassoli su Tara di Berthas (al secondo cancello). I tre binomi rimanenti hanno spinto sull’acceleratore, con un occhio sempre vigile alle condizioni psicofisiche dei cavalli che hanno risposto egregiamente fino all’ultimo controllo veterinario. Diversi i binomi eliminati, a conferma della gara davvero impegnativa, ma la classifica individuale vede Perrine Campanini mettere in cassaforte una posizione nella top ten della gara con il nono posto, seguono in classifica Costanza Laliscia, quattordicesima, e Luca Campagnoni al diciannovesimo posto.    

 

Il risultato italiano a Brussels è stato frutto di un lavoro di squadra, grazie all’impegno dei team di assistenza, dei tecnici, dei groom e di tutti coloro che hanno contribuito a questa prestigiosa medaglia. Anche nell’Endurance, l’Italia è tra le prime nazioni d’Europa!

 

Classifiche

 

(Nella foto: il team Italia al completo)

Supporter

Charity

Supplier