Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official

TeamItalia argenziano N UEffettuato nel pomeriggio il tradizionale sorteggio

 

L’Italia gareggerà per quinta, ai Pratoni del Vivaro, nella FEI Eventing Nations Cup™ Italy, seconda di sette tappe del circuito internazionale (in programma fino a domenica 8 giugno) che, una volta giunto al termine, qualificherà per l’Olimpiade di Tokyo 2020 la migliore nazione ancora sprovvista di “pass”.

 

Il delegato tecnico FEI Gilian Kyle ha diretto il sorteggio, cui hanno presenziato lo show director Cintia Campello, l’assistente delegato tecnico FEI Alberto Casolari, il Ground Jury dell’evento (il presidente di giuria Sandy Phillips e i giudici Louise Smales e Anibal Marianito), gli stewards e il veterinario delegato FEI Valeria Del Gatto. Presenti, ovviamente i capi equipe delle 6 nazioni. 

 

“Siamo molto lieti di poter testare qui il  nuovo format olimpico”,  il commento di Catrin Norinder, FEI eventing director, pure presente al sorteggio. “La FEI - ha aggiunto - ha ridotto il numero dei membri dei team a tre per aumentare il numero di Paesi partecipanti ai Giochi Olimpici. La riserva potrà entrare in sostituzione, in caso di problemi medici o veterinari di uno dei tre binomi titolari”.

 

Questo l’ordine di partenza delle sei squadre partecipanti: Svezia, Olanda, Svizzera, Francia, Italia e Spagna.

 

Questo invece in dettaglio l’ordine di partenza dei singoli cavalieri delle sei squadre: Nel pomeriggio di oggi il capo equipe Giacomo della Chiesa aveva annunciato la squadra azzurra al via (guarda la notizia).

 

Domani è in programma la prova di dressage (inizio ore 13.30). Sabato sarà la volta del cross country e domenica il test finale di salto ostacoli.

 

(Nella foto © Massimo Argenziano: il team Italia insieme al capo equipe)

Supporter

Charity

Supplier