Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official equitatus new

weg testatina

Pasdedeux Weg Grasso CtxFISEDopo quello di Sara Morganti, il secondo oro del Volteggio resta nella storia degli sport equestri italiani che mai prima d’ora avevano vinto due medaglie d’oro ai WEG

 

Il Pas de deux azzurro di Volteggio della scatenata coppia composta da Lorenzo Lupacchini e Silvia Stopazzini è Campione del Mondo ai FEI World Equestrian Games™ di Tryon in North Carolina (USA). Un successo da dividere con Rosenstolz, cavallo su cui i due azzurri hanno volteggiato, e con Laura Carnabuci alla longia nel tondino mondiale (Capo equipe: Daniele Dall’Ora). 

 

Una seconda medaglia d’oro, dopo quella conquistata ieri da Sara Morganti nell’Individual Test di Paradressage, destinata a restare nella storia degli sport equestri italiani, che mai prima d’ora avevano vinto due medaglie d’oro in una edizione dei FEI World Equestrian Games™.

 

Una gara al cardiopalma quella che ha visto gli azzurri scendere in campo per penultimi. Lo straordinario punteggio di 9.027 ha assegnato loro subito la prima posizione, ma non era ancora fatta, perché mancava l’ultima coppia; quella austriaca composta da Jasmin Lndner e Lukas Wacha, che avevano dato del filo da torcere ai nostri nella giornata di apertura, quando avevano ottenuto la vittoria nel freestyle. Per gli austriaci punteggio di 9.013. E’ festa in casa Italia! Un successo che arriva da lontano quello di Lorenzo e Silvia, già campioni d’Europa in carica, dopo un anno molto difficile che ha ormai lasciato alle spalle l’infortunio di Lorenzo, facendo tornare gli azzurri sul tetto del mondo con una luccicante medaglia d’oro al collo. Medaglia di bronzo per i tedeschi Janika Derks e Johannes Kay (8.872). 

 

Lupacchini stopazzini grassoCTxFise“Non ce l’aspettavamo – ha detto Silvia Stopazzini - e credo che sia un momento più unico che raro. Siamo davvero al settimo cielo! Tutto il lavoro che abbiamo fatto è stato ripagato. Voglio ringraziare tutto il nostro Team”.

 

“Non abbiamo ancora realizzato a pieno quello che abbiamo fatto – ha commentato Lorenzo Lupacchini – però appena diminuirà l’adrenalina ci rendermo conto di aver fatto qualcosa di bellissimo”

 

“E’ stato un bell’epilogo dell’anno, che non è stato del tutto fortunato come il 2017 – ha commentato Laura Carnabuci. Abbiamo fatto fatica, perché avevamo dei rivali più forti, ma ce l’abbiamo fatta”  

 

Nel pomeriggio di oggi Anna Cavallaro insieme a Monaco Franze alla longia di Nelson Vidoni aveva ottenuto la quarta posizione con il punteggio di 7. 971 nella prova tecnica individuale femminile. Subito dopo la volteggiatrice azzurra aveva avvertito un dolore al ginocchio (leggi notizia). Nella stessa prova decima posizione per Silvia Stopazzini e Rosenstolz (Long. Laura Carnabuci) con un punteggio di 7.417. Poco dopo volteggiatori in campo per la prova individuale maschile. A Lorenzo Lupacchini su Rosenstolz (Long. Carnabuci) ha concluso la gara al settimo posto con 7.525. Seguono in classifica Francesco Bortoletto, undicesimo, su Rosenstolz (Long. Carnabuci) con 7.110 e Giovanni Bertolaso, dodicesimo, su Monaco Franze 4 (7.066). 

 

Nella mattinata bel quarto posto con buon punteggio per le squadre del CIM nel primo round della gara a squadre, che vede il team italiano, su Hot Date Tek (Long. Carnabuci) al quarto posto con 7.846. Domani giornata di riposo per la disciplina del volteggio, che torna in campo per il gran finale sabato 22 settembre. 

 

Classifiche

 

(Nella foto © Stefano Grasso/CTxFISE: Lorenzo Lupacchini, Silvia Stopazzini, Laua Carnabuci; sotto il pas de deux azzurro in azione)