Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Main
Official

weg testatina

Brecciaroli byrnesgrove grassoGrande attesa per il cross-country e per la finale individuale di Reining

 

Con l’atterraggio all’aeroporto internazionale di Charlotte del volo AA721 proveniente da Roma, che ha portato gli azzurri del salto ostacoli negli Stati Uniti, il Team Italia è adesso al completo al Tryon International Equestrian Center per l’edizione 2018 dei FEI World Equestrian Games™. Volo in perfetto orario e traversata oceanica tranquilla per i componenti della squadra azzurra arrivati insieme al capo equipe Duccio Bartalucci. 

 

Intanto oggi, venerdì 14 settembre, occhi puntati sugli azzurri del completo. Il Tryon Stadium ha ospitato la seconda e ultima parte del dressage test, che dopo Roman e Sandei (in campo ieri) ha visto in rettangolo gli altri due componenti della squadra italiana: l’appuntato scelto Stefano Brecciaroli su Byrnesgrove First Diamond (Prop. Andrew Nichloson/Mary Channer) e Arianna Schivo su Quefira de l’Ormeau (Prop Arianna Schivo/Thomas Bouquet) e Simone Sordi, a titolo individuale, su Amacuzzi (Prop. Maria Giovanna Mazzocchi). 

 

È stato proprio quello di Stefano Brecciaroli e Byrnesgrove First Diamond il miglior risultato azzurro nel dressage. Il cavaliere azzurro è riuscito a mettere a segno una buona prova con un punteggio negativo di 28,4, che lo vede al momento al diciottesimo posto della classifica provvisoria. Punteggio di 32.8 per Arianna Schivo (51^) e la sua Quefira de l’Ormeau. L’amazzone italiana, da tempo residente in Francia, è stata l’ultima dei nostri a entrare in rettangolo questo pomeriggio. Con i risultati di Brecciaroli e Schivo e quelli conseguiti nella giornata di ieri dagli agenti delle Fiamme Oro Pietro Sandei su Rubis de Prere (Prop. Pietro Sandei) e Pietro Roman su Barraduff (Prop. Antonella Ascoli), rispettivamente 34° con 30.5 e 72° con 37.0, l’Italia si trova al momento al nono posto della classifica provvisoria della gara a squadre. Il quinto azzurro Simone Sordi (61°) su Amacuzzi, in campo a Tryon a titolo individuale, ha chiuso con un punteggio negativo di 34.9. 

 

"Sono molto fiera dei ragazzi – ha dichiarato al termine della prova, Katherine Ferguson Lucheschi, capo equipe della squadra italiana di Completo. “Hanno avuto una settimana impegnativa a causa del clima molto caldo e umido. Gli azzurri hanno presentato i cavalli al meglio nella prova di dressage, anche se qualche cavallo ha sentito l'atmosfera dell’arena importante. Adesso aspettiamo il cross-country di domani, sperando che il tempo sia clemente”.

 

Domani, infatti, a Tryon grande giornata per la disciplina del Completo, che vedrà i più forti cavalieri e amazzoni del mondo nuovamente all’opera nello spettacolare tracciato di cross-country, realizzato nelle aree limitrofe al Tryon International Equestrian Center (h. 11.00 ora locale). La prova potrebbe essere resa ancora più difficile dalla pioggia attesa nel primo pomeriggio. 

 

Ita Reining 2018 Tryon grassoREINING– L’attenzione degli appassionati di equitazione, sempre domani, sarà rivolta anche al secondo degli appuntamenti in programma, che infiammerà la serata di Tryon: la finale individuale di Rening. Italia già pronta con il coltello tra i denti e con ben quattro azzurri qualificati: Pierluigi Chioldo in sella all’eccezionale Gun at The Gate (Prop. Antonio Zagaria), Mirko Midili su Arc Sparkle Magnetic (Prop. Mirko Midili), Mirijam Stillo in sella a Ruff Spook (Prop. Reid Shannon) e Manuel Cortesi su Pc Sliderina For Me (Prop. Az. Agr. Cortesi Pietro). Un risultato importantissimo per il Rening azzurro, se si pensa che sui 22 binomi alla partenza, solo gli Stati Uniti, laureatisi proprio mercoledì scorso Campioni del Mondo a squadre, sono riusciti a qualificare 4 binomi.

 

Oggi, sotto l'attento sguardo di Coach Marco Manzi, giornata di lavoro e rifinitura per gli azzurri prima del gran finale di domani (h. 18,30 ora locale).

 

Intanto in serata – anche se nessun italiano era in gara - assegnate le medaglie tecniche individuali per il dressage con l’oro al collo di un'irraggiungibile tedesca Isabell Wert in sella a Belle Rose (86,246%), argento per la statunitense Laura Graves su Verdades (81,717%) e bronzo per la fuoriclasse britannica Charlotte Dujardin in sella a Mount St. John Freestyle (81,489%).

 

(Nelle foto © Stefano Grasso - sopra: Stefano Brecciaroli; sotto il Team Italia di Reining)