Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/veneto/Attacchi/medium/197637210_761751137785901_3760976859577564258_n.jpg
News

ATTACCHI: IL VENETO LANCIA LA PRIMA VOLTA IN ITALIA

2021.06.907 – Il Veneto – e più in particolare il dipartimento attacchi del nostro comitato Fise – ha tracciato la via per dare vita a qualcosa che in Italia non era mai stato organizzato prima: un campionato regionale di attacchi di completo. Esatto: prima volta in assoluto. Fino a oggi, infatti, i campionati regionali di attacchi in Italia si sono sempre organizzati usando la formula della combinata: invece a Padova sabato 5 e domenica 6 giugno, sui terreni dell’ippodromo Breda, ha preso vita un vero e proprio completo, con l’aggiunta della spettacolare prova di maratona a quelle di addestramento e di coni. Il tutto si deve alla disponibilità dei gestori dell’impianto padovano e all’intraprendenza di Enrico Tortella, Alessandro Calzavara e Paolo Stecca, cioè le persone che in seno al comitato Fise compongono il dipartimento della specialità: una settima prima dell’inizio delle gare loro tre (con l’aiuto del direttore di campo Gabriele Stufat) si sono dati da fare per costruire i cinque ostacoli necessari per dare vita alla maratona lavorando in campo con legname e materiali utili per approntare tutto al meglio. Un ostacolo veniva realizzato da Enrico Tortella nella sua officina con l’aiuto dei suoi operai. Un lavoro prodotto con buona lungimiranza, inoltre: perché tutti gli ostacoli adesso, a manifestazione terminata, sono stati smontati e alloggiati in deposito, pronti per essere riutilizzati qualora se ne presentasse l’occasione.

Uno sforzo organizzativo e realizzativo che è stato pienamente ripagato con il successo della manifestazione: trentaquattro partecipanti tra i quali guidatori provenienti anche da Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna per prendere parte al concorso nazionale dalle classifiche del quale sono state estrapolate quelle valide per i titoli regionali. I risultati delle varie prove si possono consultare nella sezione apposita del nostro sito.