Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
images/sardegna/medium/Fise_solo_scudo.jpg
News

Manifestazioni di interesse federale: stop fino al 26 aprile - Delibera d'urgenza del Presidente Federale

Decisione assunta con delibera d’urgenza firmata dal Presidente Marco Di Paola

Nuove misure da parte della Federazione Italiana Sport Equestri relative alle manifestazioni di interesse federale sia nazionali che regionali

La Federazione ha stabilito, dunque, di rinviare a data da destinarsi e riprogrammare nel corso della stagione (ove possibile) le manifestazioni sportive di interesse federale in calendario fino al prossimo 26 aprile e relative a qualsiasi disciplina come: campionati, tappe del Progetto Sport, Trofei nazionali o regionali, test event, etc., organizzati e/o promossi e/o assegnati dalla Federazione o dai singoli Comitati regionali, per quelli di loro competenza.

In tale maniera la Federazione vuole anche consentire ai tesserati e ai Comitati Organizzatori di poter effettuare eventuali disdette di prenotazioni e impegni assunti e limitare un ulteriore disagio alla propria utenza.

Tale decisione prevede, naturalmente, la restituzione ai Comitati organizzatori delle somme già eventualmente versate come quote di spettanza e allo stesso tempo conferma la possibilità da parte degli stessi organizzatori, che hanno programmato gare fino al 12 aprile, di annullarle entro il prossimo 23 marzo (anche in questo caso è prevista la restituzione delle quote di spettanza).

Con la sospensione dell’attività fino al 26 di aprile e – vista la delibera n. 23 dell’8 marzo che prevedeva uno stop fino al 3 aprile - la Federazione ha, di conseguenza, stabilito di non calendarizzare gare per il fine settimana del 4 e 5 aprile.

È possibile consultare la delibera d’urgenza n° 26 del 19 marzo QUI